Bollo per le auto Ventennali e Ultratrentennali su Roma

La Legge di stabilità emanata dal Governo in vista del 2015 sanciva la fine delle agevolazioni per le automobili ventennali di età compresa fra 20 e 29 anni, che non godono delle stesse facilitazioni concesse alle vetture con 30 anni o più di anzianità (quelle storiche).

Da allora la situazione è piuttosto confusa, alcune regioni hanno fatto delle leggi in cui hanno mantenuto i privilegi perr le auto d’epoca. Lo Stato ha fatto ricorso contro alcune regioni. La Presidenza del Consiglio dei Ministri si è rivolta alla Corte Costituzionale contro le leggi regionali di Basilicata, Umbria e Veneto: i giudici hanno stabilito che queste leggi interferiscono con l’assoluta competenza legislativa dello Stato in materia di tributi erariali.

Per quanto riguarda Roma.
Veicoli ultraventennali (per annualità dal 1° gennaio 2016)
Con Legge Regionale n.11 del 29 luglio 2015 la Regione Lazio ha disposto che dal 1° gennaio 2016 gli autoveicoli e i motoveicoli, esclusi quelli adibiti ad uso professionale, a decorrere dall’anno in cui compiono il ventesimo anno e fino al ventinovesimo dalla loro costruzione, sono assoggettati al pagamento della tassa automobilistica regionale nella misura ridotta del 10 per cento.

Condizione per usufruire dell’agevolazione è il rilascio di specifica attestazione riferita ad ogni singolo veicolo da parte dell’ASI e, per i motoveicoli, anche dalla FMI.

bollo-auto-epoca-2017-regioni

Per quanto riguarda i veicoli Ultratrentennali

Restano vigenti le agevolazioni per i veicoli ultratrentennali di cui alla Legge 342/2000.
Sono considerati veicoli storici ultratrentennali gli autoveicoli e i motoveicoli con le seguenti caratteristiche:
costruiti da oltre trent’anni (salvo prova contraria, l’anno di costruzione coincide con l’anno di prima immatricolazione in Italia o in un altro Stato),
non adibiti ad uso professionale o utilizzati nell’esercizio di attività di impresa, arti o professioni.

I veicoli storici Ultratrentennali sono esenti dal pagamento della tassa automobilistica:
-l’esenzione è automatica e non occorre quindi presentare alcuna domanda (non è neppure necessario che siano iscritti in un registro storico).
Se però un veicolo Ultratrentennale è posto in circolazione su strade e aree pubbliche è dovuta una tassa di circolazione forfettaria di 28,40 Euro.

La tassa forfettaria è dovuta per l’intera annualità e non è assoggettabile a sanzione in caso di ritardato pagamento.
la tassa di circolazione forfettaria va pagata solo se l’automobile circola su strade e aree pubbliche, percio conducente è tenuto a portare con sé la ricevuta di pagamento, perché è previsto il controllo su strada da parte degli organi di polizia.

Postato il 12 aprile

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi